L’Emilia

Terra di talenti, ingegno creativo e di passione, per il BELLO e il BUONO, che ha dato i natali anche a Enzo Ferrari e a Luciano Pavarotti, personaggi famosi in tutto il mondo.

L’Emilia è una regione storica dell’Italia settentrionale, che insieme alla Romagna forma la regione amministrativa dell’Emilia-Romagna. Prende il nome dalla via Emilia, strada fatta costruire dal console romano Emilio Lepido per collegare tra loro le città di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, fino ad arrivare a Rimini risorsa preziosa per lo sviluppo di scambi commerciali. Il clima caratteristico di questa regione ha favorito uno sviluppo agricolo avanzato, che ha saputo cogliere grandi opportunità dalla trasformazione e lavorazione di materie prime quali bovini, suini, uva, frumento, pomodoro…dando origine a capolavori unici del gusto riconosciuti e apprezzati in tutto il mondo.

La tradizione enogastronomica

L’Emilia Romagna è una terra che vanta uno strepitoso catalogo di materie prime e prodotti tipici certificati come alcuni tipi di salumi e insaccati, tra cui il Prosciutto, il Parmigiano Reggiano, l’Aceto Balsamico, il vino Lambrusco, che è di perfetto accompagnamento con la Cucina locale; E’ il regno dell’arte della panificazione e delle paste all’uovo e ripiene fatte a mano: tortellini, tortelloni, lasagne sono nati qui. Ma i prodotti e le materie prime non sono l’unica cosa che fa grande la Regione: i suoi chef, come Massimo Bottura, sono il simbolo della grande continuità fra tradizione e creatività.

La Tigella della ZòCA

L’Emilia Romagna è una terra che vanta uno strepitoso catalogo di materie prime e prodotti tipici certificati come alcuni tipi di salumi e insaccati, tra cui il Prosciutto, il Parmigiano Reggiano, l’Aceto Balsamico, il vino Lambrusco, che è di perfetto accompagnamento con la Cucina locale; E’ il regno dell’arte della panificazione e delle paste all’uovo e ripiene fatte a mano: tortellini, tortelloni, lasagne sono nati qui. Ma i prodotti e le materie prime non sono l’unica cosa che fa grande la Regione: i suoi chef, come Massimo Bottura, sono il simbolo della grande continuità fra tradizione e creatività.